Un taglio netto alle convenzioni anti-bibliche e pseudo-bibliche, all'ignoranza e alle speculazioni — Ein klarer Schnitt zu den anti-biblischen und pseudo-biblischen Konventionen, zur Unwissenheit und den Spekulationen — A clean cut to the anti-biblical and pseudo-biblical conventions, to the ignorance and the speculations — Une coupe nette aux conventions anti-bibliques et pseudo-bibliques, à l'ignorance et aux spéculations — Un corte neto a las convenciones anti-bíblicas y pseudo-bíblicas, a la ignorancia y a las especulaciones

La fede che pensa — Accettare la sfida nel nostro tempo

«Glaube gegen den Strom»: Für das biblische Unterscheidungsvermögen — «Faith countercurrent»: For the biblical discernment — «Foi contre-courant»: Pour le discernement biblique — «Fe contracorriente»: Por el discernimiento bíblico

Per il discernimento biblico

Prima pagina

Contattaci

Domande frequenti

Novità

Arte sana

Bibbia ed ermeneutica

Culture e ideologie

Confessioni cristiane

Dottrine

Religioni

Scienza e fede

Teologia pratica

▼ Vai a fine pagina

 

Dall’avvento alla parusia

 

Pneumatologia

 

 

 

 

La prima parte del «Panorama del NT» porta il titolo «Dall’avvento alla parusia», ossia dalla prima alla seconda venuta del Signor Gesù. Questo titolo evidenzia la tensione in cui erano posti i cristiani del primo secolo (e noi oggi). Essi guardavano indietro all’incarnazione, ai patimenti e alla risurrezione di Gesù quale Messia (primo avvento) e guardavano parimenti avanti alla manifestazione del Signore, del suo regno e della sua salvezza. Il termine «avvento» mette quindi in evidenza l’abbassamento del Messia , mentre «parusia» (gr. parousía «venuta, arrivo») evidenzia la manifestazione gloriosa del Signore alla fine dei tempi. Questo è altresì l’uso che si fa di questi due termini nella teologia.

   Ecco le sezioni dell'opera:
■ Aspetti introduttivi
■ Gesù di Nazaret
■ Gli Evangeli
■ Dall’ascensione alla fine dei tempi
■ Aspetti conclusivi

 

► Vedi al riguardo la Recensione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Serviti della e-mail sottostante!

E-mail

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

INVOCAZIONI ALLO SPIRITO,

CHE NON TROVERAI NELLA BIBBIA

 

Nicola Martella

 

1.  ENTRIAMO IN TEMA: In Internet vedo spesso immagini con invocazioni allo Spirito Santo, perché faccia questo o quello.

Tempo fa, su una di esse ho letto: «Spirito Santo, riempici di te». Chi mette in rete affermazioni del genere, non ha sufficientemente investigato le Scritture, per sincerarsi che esista veramente un’invocazione esplicita del genere. Chi lo fa e non ripete luoghi comuni, rimarrà deluso. Tuttavia, è la verità a renderci liberi (Gv 8,32), liberi anche da false concezioni e da un’errata devozione.

 

Invocazioni allo Spirito, che non troverai nella Bibbia

 

2.  UN VEZZO DIFFUSO: Ecco alcuni esempi, trovati casualmente in Internet. Altri esempi possono seguire nella discussione.

 

2.1. PRIMO ESEMPIO

Francesco Riccio: Questo credente ha messo in rete il seguente testo di un canto.

«Guidami Spirito Santo / Inondami, riempi il mio cuor / Guidami Spirito Santo / O Signor di te ho bisogno. Coro: Senza Te non voglio star / Senza Te non vivo più / Nel mio cuor ho bisogno di Te / Vieni e prendimi per man». (bis) {26-11-2015}

 

Nicola Martella: Francesco Riccio, puoi indicarmi un solo chiaro brano biblico in cui un credente ha chiesto esplicitamente: «Guidami, Spirito Santo»? Non voglio alchimie dottrinali, secondo cui, siccome lo Spirito è Dio, si può pregare e invocare lo Spirito. No, voglio un brano esplicito.

     Nel NT troviamo canti e invocazioni a «Colui, che siede sul trono» (Dio onnipotente; Ap 4,8-11; 15,3s canto di Mosè dell’Agnello), all’Agnello (5,8ss) o ad ambedue insieme (Ap 5,13; 7,9s), ma mai allo Spirito Santo. Ora se nella Bibbia ciò non avviene, non essendo nella pratica degli apostoli e dei credenti, perché dovremmo farlo noi?

 

Purtroppo non ho ricevuto alcuna risposta.

 

2.2. SECONDO ESEMPIO: Altrove mi sono confrontato con questa altra credente, che aveva importato un’immagine su cui c’era scritto: «Desidero più di tutto, che lo Spirito del Signore dimori in me. Dio non mi abbandonare!» {A.S.; Centro evangelico pentecostale; 07-11-2015}. Poi, nel testo veniva citato 1 Corinzi 3,16: «Non sapete che siete il Tempio di Dio e che lo Spirito di Dio abita in voi?”, dice il Signore».

 

Nicola Martella: Diana Daniela Sorrentino, c’è una vistosa discrepanza fra la certezza di 1 Corinzi 3,16 («Spirito di Dio abita in voi») e tale richiesta (che lo Spirito dimori in me). Perché chiedere a Dio ciò, che si ha già? È ingratitudine o cecità? A meno che a fare tale preghiera sia un non-rigenerato.

 

Diana Daniela Sorrentino: Nicola Martella, lo Spirito del Signore dimora sempre dentro di noi. Capitano momenti un po’ difficili della vita, che ci fanno perdere le forze... Ciò vuol essere un invito verso noi stessi a tenere sempre acceso, «sveglio» lo Spirito del Signore dentro noi... {09-11-2015}

 

Nicola Martella: Diana Daniela Sorrentino, desiderare che lo Spirito venga a dimorare in me, è una cosa; questo è ciò che desidera chi è ancora non-credente. Desiderare che io viva la (o nella) pienezza dello Spirito, è un’altra cosa; questo è ciò che desidera chi è già rigenerato. Lo Spirito non smette di dimorare nel credente rigenerato, visto che ne è il suggello di salvezza.

 

2.3. TERZO ESEMPIO: Egidio Annunziata, riportando vari brani biblici, aveva scritto una meditazione sulla necessità di salvarsi, invocando il nome del Signore, poiché soltanto chi nasce di nuovo potrà entrare nel regno di Dio. Alla fine, però, introdusse un’invocazione allo Spirito.

 

Nicola Martella: Egidio Annunziata, tu scrivi: «Spirito Santo, Ti prego, tocca ogni cuore che ancora non è salvato». Potresti gentilmente mostrarmi, dove nel NT lo Spirito Santo è invocato una sola volta?

 

Egidio Annunziata: Pace, caro Nicola Martella, la preghiera è la strategia per eccellenza che Dio c’indica per sconfiggere e mettere in fuga il nemico. In Efesini 6,18 è chiaro l’invito a stare sempre in preghiera, a chiedere a Dio il Suo aiuto mediante lo Spirito Santo. Quindi «ti prego Spirito Santo....» è inteso di pregare mediante o per mezzo dello Spirito Santo. E comunque in ogni occasione, bisogna invocarlo per farci guidare e assistere. Mediante la preghiera solo lo Spirito Santo può spezzare i legami, e gli ostacoli scompaiono e l’opera di Satana viene distrutta nel nome di Gesù. Caro fratello, Tu sai che non basta annunciare il Vangelo, ma occorre che il messaggio venga compreso e accettato, com’è detto in Giovanni 16,8, per opera dello Spirito Santo, il quale convincerà ogni peccatore. Pace del Signore. {05-11-2015}

 

Nicola Martella: Caro nel Signore: ● Tu scrivi: «Quindi “ti prego Spirito Santo...” è inteso di pregare mediante o per mezzo dello Spirito Santo». ● Rispondo: Dal punto di vista logico e sintattico, pregare un avvocato e presentare una petizione al giudice mediante un avvocato, non sono la stessa cosa.

     ● Tu scrivi: «E comunque in ogni occasione, bisogna invocarlo per farci guidare e assistere». ● Rispondo: Ti rifaccio la domanda: Potresti gentilmente mostrarmi dove, nel NT lo Spirito Santo è invocato una sola volta?

     ● Nel NT è scritto: «Allo stesso modo ancora, lo Spirito viene in aiuto alla nostra debolezza, perché non sappiamo pregare come si conviene; ma lo Spirito intercede egli stesso per noi con sospiri ineffabili; e colui che esamina i cuori sa quale sia il desiderio dello Spirito, perché egli intercede per i santi secondo il volere di Dio» (Rm 8,26s). Se lo Spirito è presso di noi e intercede per noi, affinché le nostre richieste arrivino a Dio Padre in modo confacente, come fa a essere altresì il destinatario delle nostre preghiere?

 

Orazio Cavallaro: Il destinatario è Dio nel nome di Gesù, e lo Spirito ci aiuta. {05-11-2015}

 

Nicola Martella: Certo, lo Spirito ci aiuta, ma non è destinatario delle nostre preghiere, invocazioni, ecc. Solo Dio Padre è il destinatario delle nostre richieste nel nome di Gesù (nostro avvocato in cielo) e per mezzo dello Spirito Santo (nostro «facilitatore» in terra). Per questo non esiste in tutta la Bibbia una sola richiesta, lode e invocazione rivolte allo Spirito Santo. Atteniamoci a quanto è scritto, per praticare e insegnare «il non oltre» ciò, che è scritto.

 

Egidio Annunziata: Caro fratello Nicola, ti ho già specificato il senso! Credo che sia inutile altro! Voglia lo Spirito Santo consolarti! Pace. {05-11-2015}

 

Nicola Martella: Sebbene tu mi abbia lasciato senza una vera risposta, grazie per il «Voglia lo Spirito Santo consolarti!».

 

2.4. QUARTO ESEMPIO: Qui segue un’altra meditazione di Egidio Annunziata: Pace e buongiorno amatissimi. Dalla Bibbia: «Non rattristate lo Spirito Santo di Dio con il quale siete stati suggellati per il giorno della redenzione» (Lettera ai Efesini 4,30). Amen. Senza lo Spirito Santo non possiamo fare niente e non possiamo essere efficaci nel servizio da rendere a Lui! Cristiani, noi non abbiamo vita in noi stessi, se non quella che Dio ci dona attraverso lo Spirito Santo! Dunque non controstimolo, né provochiamolo a ira con il nostro peccato. Non soffochiamo i Suoi impulsi delicati che percepiamo nell’anima, ascoltiamo ogni Suo suggerimento, dimostriamoci pronti a ubbidire alle Sue sollecitazioni. Lo Spirito Santo è davvero potente, quindi non cerchiamo di realizzare qualcosa senza di Lui; non elaboriamo nessun programma, non intraprendiamo nessuna iniziativa, e non concludiamo affari senza prima implorare la Sua benedizione! Alleluia! Spirito Santo, Ti amiamo! Amen. Buona e benedetta domenica. Ti abbraccio forte insieme ai tuoi cari. Pace. {08-11-2015}

 

Nicola Martella: Condivido tutto lo scritto riguardo al ministero dello Spirito di Dio, tranne l’esortazione a implorare la benedizione dello Spirito e l’invocazione: «Spirito Santo, Ti amiamo!». Potresti indicarmi un solo passo chiaro e incontrovertibile, dove nella Bibbia lo Spirito Santo riceve adorazione, invocazioni o simili?

     Lo Spirito Santo non accetta le nostre invocazioni, rivolte a Lui, ma — come fa un modem — permette la nostra comunicazione con Dio Padre nel nome (= autorità) di Gesù Cristo.

 

Purtroppo non ho ricevuto alcuna risposta.

 

3.  ASPETTI CONCLUSIVI: Vengono spesso formulate belle preghiere, che menzionano lo Spirito Santo come oggetto del desiderio; tuttavia esse hanno spesso un neo. Lo Spirito Santo viene infuso una sola volta sul credente: al momento della conversione e rigenerazione, quando egli viene anche suggellato con lo Spirito per il giorno della redenzione. Quindi, chiedere al Signore che mandi lo Spirito o che lo infonda, è una contraddizione, è come telefonare a casa dellospite, perché venga, mentre questi è già lì.

     Quando facciamo posto allo Spirito nella nostra vita, ubbidendo al Signore e offrendo il culto a Dio, lo Spirito ci riempie. Quando invece contristiamo lo Spirito, disubbidendo al Signore e diventando tiepidi nella devozione, è come se noi smorzassimo la fiamma.

     Quindi, lo Spirito Santo cè sempre, se siamo stati rigenerati, ma dipende da noi come Egli si attiva nella nostra vita. Voler avere una maggiore infusione dello Spirito di Dio o, addirittura, invocarlo perché venga, è una contraddizione logica e dottrinale, e non serve proprio a nulla. Bisogna imparare a ubbidire di più a Dio e a mettere il Signore Gesù al centro della nostra vita; allora saremo anche ripieni di Spirito.

     Lo Spirito Santo prega Egli stesso Gesù e spinge i credenti a farlo. «E lo Spirito e la sposa dicono [a Gesù]: “Vieni!”. E chi ode dica: “Vieni!”. E chi ha sete venga: chi vuole, prenda in dono dell’acqua della vita» (Ap 22,17).

     A tutto ciò si aggiunga che nella Bibbia non solo non esiste una tale invocazione: «Spirito Santo, riempici di te», ma non è neppure rivolta a Dio Padre e a Gesù Cristo, perché riempia il credente di Spirito! Si provi a investigare le Scritture a tale scopo, per rendersene conto.

     Chi teme Dio, non va di là da ciò, che «sta scritto».

 

Per l’approfondimento si vedano i seguenti scritti:

Invocazioni allo Spirito, che non troverai nella Bibbia: parliamone {Nicola Martella} (T)

Pregare lo Spirito Santo? {Nicola Martella} (A)

Vieni, Spirito Santo? {Nicola Martella} (A)

 

► URL: http://puntoacroce.altervista.org/_Dot/A1-Invoc-Spir_no-BB_Avv.htm

20-06-2016; Aggiornamento: 25-06-2016

 

Punto°A°Croce

▲ Vai a inizio pagina ▲
Proprietà letteraria riservata
© Punto°A°Croce